Chi siamo vecchia

Il Comitato No Inceneritore Retorbido è formato da liberi cittadini che si oppongono alla realizzazione di un impianto di lavorazione degli pneumatici fuori uso attraverso il processo di piròlisi.

L’obiettivo del Comitato è evitare l’autorizzazione a questo impianto a causa delle molteplici incognite sulla lavorazione degli pneumatici e sulla qualità delle emissioni. Si tratta infatti di un impianto ben più che “sperimentale” in quanto non trova eguali nel mondo.

I comuni sui cui territori ricadranno le emissioni, qualora l’impianto fosse costruito, sono tanti e possono variare a seconda delle correnti d’aria, rapportate anche all’orografia del territorio.

Certamente sono in primis interessati i comuni di Retorbido, Voghera, Rivanazzano, Codevilla, Torrazza Coste e Rocca Susella. Le emissioni però raggiungeranno un raggio ben più ampio, per cui ricadranno più o meno su tutta la Valle Staffora e su tutto l’Oltrepo Pavese, sul tortonese e, in presenza di condizioni climatiche particolari, anche sul Pavese e verosimilmente anche oltre.

Già da mesi è in atto una raccolta firme per dire NO all’inceneritore: all’indomani del Festival Green del 12 settembre e della manifestazione Oltrevini del 17-19 settembre, le firme raccolte sono quasi 17.000.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *